Mimì in Cocotte

Posso aiutarti?

Valore non valido

Invalid email address.

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

 

Risotto con i bruscandoli

Ultimamente sto seguendo un progetto che richiede una profonda ricerca storica su alcuni piatti della tradizione del nostro Nord. Parlando con persone che amano cucinare, chef, ristoratori, sto imparando i retroscena di ricette che ancora oggi si preparano fra le famiglie, secondo tradizione. Sono cambiati gli strumenti e, spesso, i modi di approvvigionarsi. In pochi allevano i polli, o hanno un orto. Con la venuta dei supermercati un po' del contatto "sincero" con il nostro cibo si è perso. Rimangono le ricette, quelle tramandate in famiglia da una generazione all'altra. Vengono eseguite col cuore di chi ha piacere di rendere omaggio alle proprie origini e questo è molto affascinante.
Da meticcia vivo in bilico fra tradizioni del Nord e tradizioni del Sud, temini dialettali molto differenti, accenti che si rincorrono e s'intrecciano.
In famiglia nessuno di noi ha mai raccolto bruscandoli, quindi non posso raccontarvi storie di nonne in bicicletta che pedalavano lungo i fossi per fermarsi a raccogliere quei "filetti" di luppolo da portare a casa per farci il risotto. Ho tanto sentito parlare le mie compagne di scuola del risotto ai bruscandoli, incuriosendomi moltissimo. Questa è la mia versione.

I BRUSCANDOLI
I bruscandoli sono i germogli di luppolo selvatico e crescono spontaneamente nei luoghi umidi, come lungo i fossi e i corsi d'acqua. Ricordano vagamente gli asparagi, anche se sono molto più esili, legnosi e delicati. Da aprile a maggi si trovano da tutti gli ortofrutta ben forniti, ma c'è ancora qualcuno che li raccoglie lungo i fossi.
Buoni come base per frittate e minestre ma, soprattutto, in primavera qui con i bruscandoi si fa il risotto.

Quella che segue è la mia versione di prova, eseguita senza una nonna trevigiana a sussurrarmene i segreti. Non arriva, quindi, da un retaggio consolidato dalle radici profondamente affondate nella campagna veneta, ma è ciò che penso di aver mangiato le volte in cui ho assaggiato il risotto con i bruscandoli e che mi è piaciuto.

Risotto con bruscandoli

 

Ingredienti:

  • uno spicchio d’aglio
  • un mazzetto di bruscandoli
  • 160 g di riso Vialone Nano
  • brodo vegetale
  • una noce di burro
  • Parmigiano Reggiano q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo q.b.

Procedimento:

Fate rosolare l’aglio in un filo abbondante d’olio, aggiungete i bruscandoli sminuzzati, sale, pepe e lasciate appassire per qualche minuto. Levate l’aglio e aggiungete il riso, fatelo tostare, dopodiché aggiungete il brodo, chiudete con il coperchio e lasciate adare a fuoco moderato, aggiungendo man mano del brodo bollente ogni volta che il riso lo richiede. Trascorso il tempo di cottura, togliete dal fuoco e mantecate con burro e Parmigiano.

Mimì in Cocotte

Martina Tripi
info@mimiincocotte.it