Mimì in Cocotte

Posso aiutarti?

Valore non valido

Invalid email address.

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

 

Panino di Tripoli

Una volta ho chiesto a nonna Pinuccia dove avesse imparato a cucinare e lei mi ha risposto: "Ero tanto curiosa Martina". Lei è nata in Somalia e la sua cucina è contaminata dai tantissimi soggiorni fra Tripoli e Mogadiscio, che si sono alternati a periodi trascorsi un po' in tutta Italia. Figlia di ambasciatore e moglie di generale dell'esercito, si è sempre spostata qua e là per il mondo.
È proprio in Africa che ha imparato a cucinare, prima dal personale di servizio nelle cucine di famiglia, poi dagli amici che nel tempo l'hanno accolta e ospitata durante i suoi lunghi soggiorni.
Quando viveva a Tripoli, da bambina, passava ore a guardare la cuoca che cucinava per tutta la famiglia e durante le pause del personale di servizio si aggregava ai loro spuntini, assaporando i ricchi panini profumati che consumavano in cucina.
Si è sempre portata dietro questa ricetta, deliziosamente composta da ingredienti che, per fortuna, possiamo reperire anche nel nostro Bel Paese. Questo è il periodo giusto per testarla, visto che i peperoni sono abbondanti e squisiti!

 

Panino di Tripoli

 

Nonna Pinuccia dice che questo panino dovrebbe essere mangiato con le lacrime che scorrono sulle guance, piccantissimo. Io non sopporto la tortura del cibo piccante, quindi confesso di aggiungere una dose abbastanza “simbolica” di peperoncino. Decidete voi se rimanere fedeli alla tradizione e piangere un po'!

 

Ingredienti:

  • 300 g di peperoni piccoli
  • 100 g di pomodorini datterino
  • 1/2 cipolla rossa
  • 2 uova
  • olio, sale e pepe q.b.
  • peperoncino a piacere
  • pane fresco

Procedimento:

Lavate e tagliate i peperoni a striscioline. Preparate i pomodori tagliati a dadini ed anche la cipolla.
In una padella mettete un po' meno di un dito d'olio d'oliva, versate prima la cipolla e lasciatela appassire, poi, aggiungete le verdure. Salate e lasciate cuocere per 20/25 minuti a fuoco basso con il coperchio, girando spesso durante la cottura.
Nel frattempo preparate il pane tagliato a metà e posizionato nei vostri piatti da portata, pronto per essere imbottito del ripieno ancora caldo.
A fine cottura spegnete il fuoco e, immediatamente, rompete due uova nella padella e strapazzatele. Regolate il sale, aggiungete il pepe macinato al momento e, se lo gradite, a questo punto potete aggiungere anche il peperoncino nella quantità che preferite.
Distribuite il ripieno nei vostri panini, chiudete e gustate.

 

Panino di Tripoli 1

Mimì in Cocotte

Martina Tripi
info@mimiincocotte.it