Mimì in Cocotte

Posso aiutarti?

Valore non valido

Invalid email address.

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

 

Il Piatto unico

Il connubio pere e prosciutto crudo

Adoro unire frutta e verdura. La prima volta che l'ho visto fare ero a casa di nonna Anna. Quando sono in Sicilia la maggior parte dei pasti sono a base di carboidrati fritti o molto conditi, ma quando sono a casa di nonna, in quei periodi meravigliosi che ci riserviamo per stare sole io e lei, la verdura a tavola non manca mai.
Lei sa quanto mi piaccia, sa che solitamente arrivo da giorni di scorpacciate e che me ne attendono degli altri, quindi, quando sono a Catania prepara per me pranzi e cene leggeri.
Lei nell'insalata mette la frutta quando è molto matura: pesche, prugne, percocche, pere e mele. Taglia e aggiunge alla verdura quello che il frigorifero offre, dopodiché condisce tutto. Io ho imparato a fare lo stesso.

Leggi tutto

Porridge alla zucca

E se il porridge si potesse mangiare non solo a colazione?
Non ci avevo pensato ma eccola qui: una ricetta leggera e buonissima che si prepara molto velocemente. 
Il porridge, anche detto porageporrigeparritch e per noi italiani pappa d'avena, è un piatto nato per sfamare la povera gente. Scrisse Goethe: "Se piovesse porridge i poveri contadini non avrebbero cucchiai per mangiarlo", poi divenne anche il cibo dei carcerati, da qui la simpatica che spero non sentirete mai: doing porridge - testualmente fare il porridge - che significa essere carcerato.
È stata mia sorella a consigliarmelo per la colazione, lei lo prende con latte di mandorla, gocce di cioccolato fondente e banana. Quando le ho detto che ne avevo scoperto una versione salata ha voluto subito la ricetta.

Leggi tutto

Panino di Tripoli

Una volta ho chiesto a nonna Pinuccia dove avesse imparato a cucinare e lei mi ha risposto: "Ero tanto curiosa Martina". Lei è nata in Somalia e la sua cucina è contaminata dai tantissimi soggiorni fra Tripoli e Mogadiscio, che si sono alternati a periodi trascorsi un po' in tutta Italia. Figlia di ambasciatore e moglie di generale dell'esercito, si è sempre spostata qua e là per il mondo.
È proprio in Africa che ha imparato a cucinare, prima dal personale di servizio nelle cucine di famiglia, poi dagli amici che nel tempo l'hanno accolta e ospitata durante i suoi lunghi soggiorni.
Quando viveva a Tripoli, da bambina, passava ore a guardare la cuoca che cucinava per tutta la famiglia e durante le pause del personale di servizio si aggregava ai loro spuntini, assaporando i ricchi panini profumati che consumavano in cucina.
Si è sempre portata dietro questa ricetta, deliziosamente composta da ingredienti che, per fortuna, possiamo reperire anche nel nostro Bel Paese. Questo è il periodo giusto per testarla, visto che i peperoni sono abbondanti e squisiti!

Leggi tutto

Mimì in Cocotte

Martina Tripi
info@mimiincocotte.it