Mimì in Cocotte

Posso aiutarti?

Valore non valido

Invalid email address.

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

 

I cinque libri di cucina di giugno

I cinque libri di cucina sarebbero dovuti uscire i primi di giugno, ma è evidente che la vita l'ha impedito in tutti i modi, sottoponendomi una serie di scadenze pazze. La cosa positiva è che potete sfogliarli anche nelle prossime settimane, perché sono pertinentissimi con la gran voglia di stare insieme in leggerezza di questo periodo dell'anno.

 

Cinque libri di cucina per celebrare la gioia di stare insieme

 

 

5 libri di cucina giugno 2021 4CUCINAREIN RELAX
di Bill Granger
Luxury Books, 2009

Ho iniziato ad amare la cucina grazie a libri come questo.
Bill Granger riesce a parlare di cibo ricordando ai suoi lettori, parola dopo parola, quanto sia meravigliosa la vita.
Le piccole cose: il profumo del basilico che ti ricorda il sugo di tua madre, o quello del burro che ti riporta a un viaggio in Francia e agli innumerevoli croissant mangiati a colazione.
Bill Granger è australiano e ha un approccio alla cucina perfettamente in linea con le sue origini. È uno chef autodidatta, che ha cominciato come semplice cameriere part time. Forse è per questo che riesce a trasmettere tante emozioni con le sue ricette, perché sono circondate dalle piccole-grandi suggestioni che lo legano a ogni piatto.
Così, fra ricette pensate per starsene a pasteggiare in mezzo alla natura, celebrare ogni stagione con il dovuto menù e condividere tante prelibatezze in famiglia o con gli amici, Bill Granger conquista con racconti e ricordi.
Perfetto per chi sta cercando una lettura leggera, che gli ricordi quanto sia importante fermarsi ad apprezzare le piccole cose e, altrettanto importante, ricette molto semplici da riprodurre.

 

 

 

5 libri di cucina giugno 2021 2GARDEN - PARTY - Ricette e idee per ricevere con eleganza
di Nathalie Le Foll e Cléophée de Turckheim
Guido Tommasi Editore, 2008

L'arte del ricevere è una cosa seria, l'ho sempre sostenuto e quando mi sfibro o sconforto, credendo di dare troppa importanza a dettagli che non noterà mai nessuno oltre me, sfoglio questo libro (non solo).
Dopo il lockdown dobbiamo totalmente riconnetterci al nostro lato sociale, che non ci ha mai abbandonato, non è questo che sto dicendo, ma sicuramente siamo fuori allenamento.
Ci si scorda, ad esempio, che basta davvero poco per rendere un qualsiasi momento conviviale del tutto memorabile: le ricette non devono essere tirate fuori da un manuale di alta cucina e non servono le posate d'argento o il servizio di nozze, è solo questione di armonia.
Certo, non dimentichiamoci mai che questo è un libro in carta patinata, deve fornire spunti e non alzare le nostre ansie da prestazione. Va sfogliato per sognare, scovare qualche ricettina "giusta" e trarre ispirazione per la mise en place.
Nathalie Le Foll ha fondato Elle à table, mentre la Turckheim per sfuggire al chiasso di Parigi, dove aveva un negozio di antichità da giardino, si è trasferita in Normandia e ha preso in gestione un giardino botanico. Questo per dirvi che se volete un libro bello nel senso assoluto del termine, l'avete trovato.
Perfetto per chi ha buon gusto e vuole coltivarlo.

 

 

 

5 libri di cucina giugno 2021 1MEALS IN HEELS
di Jennifer Joyce
Luxury Books, 2011

Questo libro mi fa pensare alle più ironiche commedie americane, con quel genere di personaggi femminili forti e travolgenti, carichi di fascino e appeal.
L'organizzazione è una salvezza, soprattutto perché consentirà alla padrona di casa di spassarsela ai suoi stessi eventi. Il principio è questo: conquistare divertendosi, d'altronde Jennifer Joyce è una food writer dal curriculum invidiabile, il suo lavoro è creare piatti buoni e scenografici, perciò possiamo fidarci.
Il libro si apre con una serie di consigli legati alla pianificazione e trucchi del mestiere.
Ogni ricetta comprende consigli su quando fare cosa e come comporre il piatto.
Perfetto per chi ama mangiare in compagnia, divertirsi e fare "cin", qui troverà una serie di consigli utili e facilmente applicabili.

 

 

 

5 libri di cucina giugno 2021 5

STREET FOOD
di Clara e Gigi Padovani
Giunti Editore, 2013

Storia, tradizione, italianità. Il cibo di strada non fa parte della nostra cultura gastronomica, ne è proprio la struttura primordiale.
Ogni regione ha le sue specialità e questo libro ne raccoglie buona parte. 
Non si tratta solo di un elenco di ricette, qui ci muoviamo fra la storia e l'origine del cibo di strada, senza trascurare i volti di chi oggi nutre amabilmente le masse porgendo cartocci e tranci dai chioschi.
Le ricette sono arricchite da consigli sul beverage e divise per ingredienti. Ci sarebbe anche un interessante sistema di QrCode, che però non funziona, forse perché nel tempo i link hanno subito delle modifiche, però potete collegarvi a questo sito.
Clara e Gigi Padovani sono due personalità autorevoli e anche se sostengono che il tiramisù sia nato in Friuli (con tanto di prove che fanno dubitare anche me), dobbiamo molto al loro lavoro di critici, giornalisti e autori.
Perfetto per chi quando viaggia assaggia, perché assaggiare è parte integrante dell'esperienza.

 

 

 

5 libri di cucina giugno 2021 3LE RICETTE DI MISS DAHL
di Sophie Dahl
Luxury Books, 2011

Ognuno di noi col cibo ha un rapporto personalissimo, spesso legato anche alla fisicità.
A chi non è mai capitato di sentirsi inadeguato? Certo, quando parliamo di corpi femminili dobbiamo fare i conti con molte questioni che li riguardano, una fra queste è il loro livello di perfezione reale o immaginata.
Ho acquistato questo libro sentendomi profondamente legata alla storia di Sophie Dahl, perché benché ami il cibo, da sempre lo avverto come una minaccia alla mia fisicità.
Ho imparato a giustificarmi quando mi riempio molto il piatto, o a mettere le mani avanti promettendo che lo smaltirò il giorno successivo. Ho imparato a fare così, è un retaggio con cui convivo e non so nemmeno da dove arrivi, ma c'è. Ascoltando molte mie coetanee, ma anche donne più grandi che dovrebbero aver avuto il tempo per riuscire ad accettarsi, ho scoperto che non sono l'unica.
Perfetto per chi ama mangiare e non sempre si sente in sintonia col proprio corpo. Impariamo a farvi pace e a goderci la vita.

Mimì in Cocotte

Martina Tripi
info@mimiincocotte.it