Mimì in Cocotte

Posso aiutarti?

Valore non valido

Invalid email address.

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

 

  • Home
  • Journal
  • Letture ai fornelli

Che Dio perdona a tutti

...CHE DIO PERDONA A TUTTI

DI PIERFRANCESCO DILIBERTO - IN ARTE PIF

STORYTEL

È la voce (sgraziatissima ma perfettamente adeguata) di Pif a raccontare ...Che Dio perdona a tutti, un audiolibro di oltre 4 ore che ho ascoltato praticamente tutto d'un fiato.

 

FEDE CRISTIANA E SCIÙ ALLA RICOTTA
La storia è quella di Arturo, un giovane agente immobiliare palermitano con un'ossessione per i dolci siciliani. E quale può essere la più grande fortuna per uno che ama così visceralmente gli sciù alla ricotta se non quella di innamorarsi della proprietaria di una pasticceria?

La storia è leggera e spiritosa, si svolge nel teatro di una Sicilia a tratti gattopardesca, come oggi, molto spesso, continua ad essere.
Flora, l'amata di Arturo, appartiene a una importante famiglia altolocata, anche forte di una grande tradizione professionale nel settore culinario. È un'instancabile lavoratrice che preferisce farsi da sola, piuttosto che vivere di rendita grazie ai successi del padre e, soprattutto, è una donna di fede.
Al contrario Arturo è più morbido, non un cialtrone, ma privo di quel piglio ambizioso che caratterizza la fidanzata; vagamente dissacrante, senza esserlo intenzionalmente, lui crede in poche cose e si dichiara un fedele come un altro, di quelli con tutti i sacramenti, ma senza un significativo trasporto per la cristianità. Ed proprio intorno alla fede (oltre che agli sciù alla ricotta) che ruota tutta la storia. 

Quando Flora si renderà conto che il suo fidanzato si atteggia solo da cattolico praticante, ne rimarrà rattristata e delusa, così il loro rapporto non sarà più lo stesso. Gli darà il tormento e cercherà di cambiarlo, di aggiustarlo.
Arturo vivrà l'accusa di essere sbagliato per come vive la sua spiritualità reagendo in modo sensazionale e categorico, escogiterà un piano che cambierà radicalmente la sua vita e quella di alcune persone che lo circondano.

 

RIDERE E RIFLETTERE
...Che dio perdona a tutti è un audiolibro divertente, questo è certo, che lascia anche molto spazio alla riflessione. Perché la fede è spesso comodamente tradotta in qualcosa che c'è quando serve e manca quando non necessaria. Si prega per inerzia a quella messa a cui partecipano tutte le persone "giuste", si tengono appesi crocifissi, come fossero quadri e o calendari da parete, in stanze in cui vengono commessi i piccoli peccati di tutti i giorni. Si professa di essere cristiani, ma poi ci si volta dall'altra parte quando qualcuno avrebbe bisogno del nostro aiuto. Vivere da cristiani è un'altra cosa, un'impresa complessa per tutti, anche per chi cristiano reputa di esserlo profondamente.
Cosa succederebbe, quindi, se decidessimo di applicare alla nostra quotidianità la parola di Dio in maniera puntuale e senza un velo d'interpretazione? Secondo Pif un bel pasticcio!

 

LA PASTICCERIA PALERMITANA
Dolci fragranti che esplodono di crema e ricotta di capra, nuvole di zucchero, profumo di forno caldo pieno di leccornie. Il cibo in questo racconto rappresenta proprio il più puro dei godimenti. Una necessità fisica ed emotiva alla consolazione, che viene assecondata da un morso ghiotto e appagato, pieno di passione e privo di alcun rimorso.
Oltre a questo, è anche il simbolo dell'attitudine, della passione che può diventare la manifestazione di un talento se assecondata con coraggio. Un atto di fede, che può condurre alla scoperta di sé.

Mimì in Cocotte

Martina Tripi
info@mimiincocotte.it