Mimì in Cocotte

Posso aiutarti?

Valore non valido

Invalid email address.

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

Per inviare il messaggio devi accettare la mia Policy della Privacy

 

Cinque cose belle - Settembre 2020

Sono tornata da soli pochi giorni e mi sembra di essere stata presa a schiaffi di prima mattina. 
Vorrei cominciare questo nuovo anno (ancora, come a scuola, a settembre si comincia tutto da capo) con un inno alla lentezza, perché ne abbiamo davvero bisogno. Strano dirlo, quando solo un paio di mesi fa siamo stati intimati di abbandonare ogni nostra attività e sederci sul divano. Eppure la frenesia di questi giorni mi fa dubitare che sia davvero stato possibile restare a casa immobili durante il Lockdown.
Un pensiero si affianca allo strazio di aver esaurito il relax mood delle ferie praticamente il giorno dopo essere rientrata ed è: se c'è frenesia vuol dire che gira bene!
Sì, in parte è assolutamente così. Sto iniziando a lavorare ad un nuovo progetto per Le Guide di Repubblica e, fra qualche settimana, uscirà un libro al quale lavoro da diversi mesi anni. 

    CHE SE CI PENSI È UN INIZIO COL BOTTO...
    Ma sapete com'è: siamo sempre troppo impegnati a gestire l'ansia per goderci le piccole e, a volte, anche le grandi cose belle. Molto sbagliato. 
    Quest'estate è durata poco, è stata strana e non sempre totalmente appagante, ma ho più volte riflettuto sulla fortuna che abbiamo avuto a poter scendere in Sicilia come ogni anno. Ho salutato nonna Anna senza abbracciarla, nonostante avessi fatto il tampone prima di partire ho preferito scongiurare qualsiasi incidente di percorso. Sono saltati alcuni appuntamenti con gli amici che generalmente segnano i punti cardine del nostro soggiorno a Messina, ma siamo comunque stati insieme. Quest'anno più che mai abbiamo trascorso molto tempo a parlare, fino a tarda notte. Sembra banale, ma ridere con le lacrime agli occhi non lo è mai. E poi ci siamo concentrati sulla famiglia.

    Adesso si riparte, il meteo (che già ha fatto i suoi danni un po' ovunque) ci delizia con previsioni non propriamente ottime, insomma, l'autunno arriverà più irruento che mai.
    Tendenzialmente in questi giorni, ogni anno, cado in uno sconforto terribile, perché odio vedere le giornate accorciarsi, lo detesto profondissimamente! Ma non v'è rimedio, così mi concentro sui pregi di questo periodo, o almeno ci provo!!

    Fra le 5 cose belle d'altronde non possono mancare certi piccoli lussi autunnali, come il ritorno del Comfort Food, quel cibo ricco che scalda anima e corpo, o il piacere di arricchire la casa con qualche dettaglio che richiami i colori di questa stagione sempre affascinante. 
    Siamo tornati a casa dopo settimane di villeggiatura a pochi passi dal mare di Faro, a Messina, quando ho aperto la porta l'ingresso mi è sembrato ampissimo ed il soggiorno ancora più grande. Mi godo sempre la sensazione di salutare la mia casa, prima di riempirla di bagagli e perderla nel caos. L'autunno è fatto per "nidificare", prendersi cura degli spazi domestici. 

    Ma l'autunno è anche fatto per pianificare, siamo ritornati all'arrembaggio, ancora galvanizzati dal carico di zuccheri di granite e cannoli siciliani. Io sto cercando, come ogni anno a quest'ora, l'agenda perfetta..che, a quanto pare, non esiste. Oggi torno in palestra e da ieri ho già ripreso in mano la maggior parte dei miei progetti.

    Quello che mi manca davvero è la mia compagna di vita, anche lei tornata dove vive e lavora. Il nostro è un amore a distanza, che nutriamo quotidianamente, supportandoci nelle piccole e nelle grandi cose, prendendoci cura di noi, come si fa in famiglia. Esiste un genere di amicizia che oltrepassa l'amicizia stessa e si trasforma in qualcosa di molto più prezioso. Io ormai ho individuato quelli che sono i miei fratelli adottivi, comprendendo che la distanza, talvolta, non fa altro che intensificare il rapporto, perché spinge ad essere presenti con molto più impegno e a godere di ogni singolo istante in cui si sta insieme, senza darlo per scontato.

    I  libri questo mese hanno una caratteristica che, poi, sarà anche il tema di settembre: ricette illustrate.
    Questo perché a Treviso settembre è il mese in cui si svolge il TCBF - Treviso Comic Book Festival, un evento cittadino dedicato al fumetto e all'illustrazione, che coinvolge autori internazionali e riempie la città di colore e cultura. Quest'anno si terrà in versione "Covid Free" ovviamente, alternando gli eventi online a quelli cittadini.
    Fra qualche giorno pubblicherò la recensione completa dei 5 libri di cuina come ho fatto ad agosto.

    Le canzoni hanno un mood intimo e riflessivo, che si addice all'atmosfera autunnale. Sono il perfetto sottofondo per lavorare davanti al computer con una tazza di caffè fumante a portata di mano, mentre là fuori il clima s'irrigidisce e la luce se ne va.

    5 LIBRI DI CUCINA:

    • COMIC TIRAMISÙ-Viaggio nei secoli della cucina veneta con Giuseppe Maffioli - storia di Luca Vanzella, Danilo Zanetti Editore;
    • LEAVE ME ALONE WITH THE RECIPES - di Cipe Pineles, Sarah Rich, Wendy MacNaughton, Maria Popova, Debbie Millman, Bloomsbury;
    • RIVALUTA LO STRUTTO - di Collettivo Baldobranco, produzione indipendente;
    • SALE, GRASSI, ACIDI, CALORE-I quattro elementi della buona cucina - di Samin Nosrat, Guido Tommasi Editore;
    • CSABA 5 SEASONS-Cinque stagioni per celebrare la cucina, il ricevere, la casa - di Csaba dalla Zorza, Luxury Books.

    5 CANZONI:

    • Intro - The XX;
    • In a Northern Sky - Fossil Collective;
    • Speak Up - POP ETC;
    • Where Is My Mind? -Pixies;
    • Weird Fishes/Arpeggi - Radiohead.

     

    5 COSE BELLE:

    • Torna il freddo insieme al cibo di conforto;
    • La casa si veste dei toni bruni dell'autunno;
    • Tutto là fuori cambia colore, dal cibo alla natura;
    • La fine dell'estate ci ha riportate alle nostre città, ma anche se sei lontana io ti sento vicina;
    • Si torna a pianificare intensamente.

     

     

    Mimì in Cocotte

    Martina Tripi
    info@mimiincocotte.it